page loader

Palcoscenici Archeologici. Interventi curatoriali di Francesco VezzoliProgetto espositivo site-specific presentato da Fondazione Brescia Musei

Palcoscenici Archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli

dall'11 giugno 2021 al 9 gennaio 2022

Parco Archeologico e Museo di Santa Giulia
, Via dei Musei, Brescia, BS, Lombardia, Italia

|

Image Carousel

Fondazione Brescia Musei presenta Palcoscenici Archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli, inedito progetto espositivo site-specific che si inserisce nel filone progettuale di mostre ideate dalla Fondazione Brescia Musei, presieduta da Francesca Bazoli e diretta da Stefano Karadjov, per coniugare il proprio, grande patrimonio storico e archeologico con le più interessanti voci dell'arte contemporanea.

Palcoscenici Archeologici vede Francesco Vezzoli (Brescia, 1971) tra gli autori italiani più conosciuti e apprezzati nel panorama internazionale, protagonista nella duplice veste di artista e curatore di un percorso di collocazione di otto sue opere installate nei suggestivi spazi archeologici di Fondazione Brescia Musei.
 
L'iniziativa rientra nel programma delle celebrazioni per la restituzione alla città di Brescia della Vittoria Alata, il bronzo romano che, dopo il restauro effettuato presso l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, allestito nuovamente nella sua antica collocazione nel Capitolium del Parco Archeologico di Brescia Romana, dispiega ora le proprie ali sino a toccare la contemporaneità.
 
Il progetto ha partecipato e vinto il bando dell'Italian Council (7. Edizione, 2019), programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, grazie al quale l'opera Nike Metafisica (2019) di Francesco Vezzoli entrerà a far parte delle collezioni del Comune di Brescia gestite da Fondazione Brescia Musei. Palcoscenici Archeologici è stato premiato per la grande qualità ideativa e per la capacità di far risuonare l'arte contemporanea con l'archeologia e l'arte antica, in maniera coerente e armoniosa.
 
Gli interventi curatoriali di Francesco Vezzoli si snodano attraverso Brixia. Parco archeologico di Brescia Romana, dove si trova la Vittoria Alata, e proseguono nel Santuario Repubblicano, nella terrazza del Capitolium, nella prima e seconda cella, ma anche nel Teatro Romano, per poi passare nel complesso museale di Santa Giulia, più precisamente nella cappella di Sant'Obizio della Basilica di San Salvatore, nelle Domus dell'Ortaglia e lungo la sezione romana del museo. In ognuna di queste tappe, l’allestimento - curato da Filippo Bisagni - prevede la presenza di una scultura recente di Vezzoli che entrerà così in dialogo con le principali vestigia romane e longobarde della città. Un percorso espositivo che porterà fisicamente il visitatore ad attraversare in ordine cronologico quasi mille anni di storia dell'arte e dell’architettura.

Artista eclettico, capace di mettere in dialogo l’immaginario di oggi con raffinati rimandi storico artistici, Vezzoli da sempre rivolge la sua poetica all’arte antica, connettendola al passato e alle sue icone. La sua pratica si districa tra diversi linguaggi, espressioni di un tempo trascorso più o meno remoto della storia dell’umanità, e lo fa in un gioco di riferimenti e mescolanze tra alto e basso, tra cultura classica, solenne, eterna, e cultura pop, mediale, fugace meteora.
L'artista esporrà per la prima volta le sue sculture - realmente antiche e poi rimodellate, o direttamente ispirate all'antichità - all'interno di uno spazio non contemporaneo ma anch'esso storico, ricongiungendo in qualche modo le opere al loro contesto archeologico originario. Un'operazione di questo tipo, unica e ambiziosa, la si può mettere in pratica solo in una città come Brescia, polo archeologico romano del Nord d'Italia.
 
Palcoscenici Archeologici prevede una serie di appuntamenti legati a importanti istituzioni partner: il primo vedrà la Fondazione MAXXI di Roma ospitare un talk sul tema dell’archeologia in dialogo con l'arte contemporanea.
 
Con questo progetto Fondazione Brescia Musei si conferma un polo culturale dinamico, progettuale e visionario, capace di realizzare inediti dialoghi con l'arte del nostro tempo. Palcoscenici Archeologici si inserisce lungo questa linea di interventi in cui l'arte contemporanea è indagata in relazione al suo tempo presente e alla sua capacità di costruire nuovi interrogativi. Il progetto è infatti parte integrante del programma di valorizzazione dell'arte contemporanea sostenuto anche grazie all'eredità Romeda-Courtright. Nel 2019, con la mostra Avremo anche giorni migliori. Opere dalle carceri turche l'artista curda Zehra Doğan ha condotto una vibrante riflessione attuale che ha evidenziato la relazione tra opere contemporanee e diritti umani.

Risorse: info sull'artista Francesco Vezzoli qui.

[Immagine: Francesco Vezzoli, PORTRAIT OF SOPHIA LOREN AS THE MUSE OF ANTIQUITY (AFTER GIORGIO DE CHIRICO), 2011, 190 x 58,5 x 58,5 cm, Foto: Luca Meneghel, ©Francesco Vezzoli]

Tags: fondazionebresciamusei, mostrebrescia, mostreinitalia, palcosceniciarcheologici, francescovezzoli, sitespecific, arte, art, exhbiitions, brescia
Altri Eventi

Cesare Tacchi. Una casa di foglie e fogli

20 gennaio 2022 | Staff
image

z2o project è lieta di presentare la mostra Cesare Tacchi. Una casa di foglie e fogli, a cura di Daniela Bigi in collaborazione con l’Archivio Ces...

Leggi Tutto

Mattia Bosco, Jannis Kounellis, Maria Elisabetta Novello. Concretezza dell'essenzialità.

14 gennaio 2022 | Staff
image

La Galleria Fumagalli presenta il quarto appuntamento del ciclo espositivo “MY30YEARS – Coherency in Diversity” pensato come momento di celebrazione d...

Leggi Tutto

Furio Cavallini ovvero il Crazy Horse di Bianciardi

14 gennaio 2022 | Staff
image

Il Polo Culturale le Clarisse ospita la mostra “Furio Cavallini ovvero il Crazy Horse di Bianciardi”.
Promossa dall’Associazione Culturale Giusep...

Leggi Tutto

Alberonero. Penso Pianura

11 gennaio 2022 | Staff
image

A inaugurare la programmazione espositiva 2022 è Alberonero, artista di origini lodigiane e curriculum internazionale, classe 1991. Alberonero prende possesso de...

Leggi Tutto

12 Apostoli

7 gennaio 2022 | Staff
image

La Takeawaygallery, in occasione dei 12 anni della Galleria, ha voluto invitare 12 artisti con cui collabora da anni ad esporre al Teatro Arciliuto. Coerente con il pro...

Leggi Tutto

Claudio Di Carlo. Detto Fatto.

5 gennaio 2022 | Staff
image

In continuità con I pasticcini li porto io, mostra tenutasi a Roma nel 2020, Claudio Di Carlo, ospite del nuovo spazio espositivo pescarese GArt Gallery...

Leggi Tutto

Levi e Ragghianti. Un'amicizia fra pittura, politica e letteratura

5 gennaio 2022 | Staff
image

La nuova mostra ideata e organizzata in occasione del quarantennale della Fondazione Centro Studi Ragghianti LEVI e RAGGHIANTI Un'amicizia fra pittura, politica e lette...

Leggi Tutto

Pentrarto | Quasi pittura

4 gennaio 2022 | Staff
image

MADE4ART di Milano è lieto di presentare Pentrarto | Quasi pittura, esposizione personale dell'artista, poeta, compositore e musicista Sergio Armaroli, ...

Leggi Tutto

Elisa Montessori. Piante e fiori (moralità boschiva)

4 gennaio 2022 | Staff
image

Conosce, riconosce somiglianze, abbondanze, legami, dettami correlati, celati, inizi intricati, indizi ingarbugliati, e nei recessi gli eccessi.
Wislawa S...

Leggi Tutto

Davide D'Elia. Fresco.

31 dicembre 2021 | Staff
image

RINVIATA ALLA PRIMAVERA 2022.
NOS Visual Arts Production presenta FRESCO, la prima mostra personale di Davide D’Elia a Bologna, presso il Museo Davia Bargell...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento