page loader

Graffignano, frammenti di vita quotidiana dai butti del Castello BaglioniImportanti reperti emersi dagli scavi dei butti del Castello Baglioni Santacroce di Graffignano in mostra al Museo della Ceramica della Tuscia

Graffignano, frammenti di vita quotidiana dai butti del Castello Baglioni

fino al 15 novembre 2020

da venerdì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

Museo della Ceramica della Tuscia
, via Cavour, 67, Viterbo, VT, Lazio, Italia

biglietto di ingresso gratuito.
Info per la visita in sicurezza qui

|

Image Carousel

La mostra temporanea Graffignano, frammenti di vita quotidiana dai butti del Castello Baglioni espone i reperti provenienti dagli scavi dei butti del Castello Baglioni Santacroce di Graffignano, a seguito di un lavoro che è il frutto del recupero e dello studio condotto dall'équipe di specialisti dell'Università degli Studi della Tuscia diretti dal Prof. Giuseppe Romagnoli, archeologo medievista e curatore della mostra.
In occasione dei lavori di consolidamento e restauro del piano terreno del Castello Baglioni Santacroce di Graffignano presso Viterbo, tra il 2009 e il 2011 vennero alla luce tre "pozzi da butto", utilizzati per lo smaltimento dei rifiuti domestici del Castello tra il XV e il XVII secolo. Vi veniva scaricato tutto ciò che era scartato o non più utilizzabile nella residenza dei signori di Graffignano: vasi in ceramica rotti, usurati o semplicemente fuori moda; manufatti in pietra, in metallo e in osso danneggiati o inservibili; resti di pasto, scarti di cucina e altri materiali organici; scarti edili provenienti da lavori di manutenzione o di ristrutturazione effettuati nel castello. Altri oggetti rinvenuti erano caduti accidentalmente, come la moneta aurea di Callisto III (1455-1458).
Come tutti gli scarichi domestici, i butti del Castello Baglioni costituiscono una straordinaria fonte di informazione su molteplici aspetti della vita quotidiana del passato, riflettendo piuttosto fedelmente le pratiche di uso, consumo, riuso e scarto dei manufatti, nonché i cambiamenti di gusto e lo stile di vita di coloro che vi abitavano.
In particolare, il materiale ceramico rinvenuto nel corso degli scavi (circa 3.000 frammenti) si presenta di eccezionale interesse, sia dal punto di vista della qualità dei prodotti, sia per lo stato di conservazione dei reperti: il paziente lavoro di riassemblaggio e di studio, condotto presso il Laboratorio Fotografico e di Documentazione grafica e fotografica del DISTU dell'Università degli Studi della Tuscia, sotto la direzione del prof. Giuseppe Romagnoli, ha permesso infatti di restituire (parzialmente o integralmente) un centinaio di esemplari appartenenti alle più importanti classi della ceramica utilizzata sulla mensa (maiolica arcaica, zaffera, maioliche policrome laziali e umbre, graffita), nelle cucine (pentole e olle per cuocere e riscaldare cibi) e nelle dispense tra la fine del Trecento e la fine del Cinquecento. Tra i servizi utilizzati nel castello spicca il vasellame utilizzato da Francesca, primogenita di Simonetto III Baglioni, il cui nome ricorre su un vaso da toeletta riccamente decorato.
I reperti faunistici (resti di pasto e scarti di cucina), studiati nell'ambito di un rapporto di collaborazione con il Museo delle Civiltà del MIBACT e il Laboratorio del DNA antico del DIBAF dell'Università degli Studi della Tuscia, contribuiscono ad arricchire ulteriormente la storia del castello di Graffignano di preziose informazioni sulla dieta e sulle abitudini alimentari, restituendo un quadro quanto mai sfaccettato della vita in una comunità signorile del Lazio settentrionale tra la fine del medioevo e il Rinascimento.
L'evento espositivo, sostenuto della Fondazione Carivit, è organizzato in collaborazione con l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale e con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Graffignano, dell'Amministrazione Comunale di Viterbo, dell'Amministrazione Provinciale di Viterbo e della Comunità Montana dei Monti Cimini.

Tags: museodellaceramicadellatuscia, fondazionecarivit, mostreviterbo, mostreinitalia, graffignano, butti, castellobaglioni, arte, art, exhibitions, viterbo
Altri Eventi

Tramestio

12 maggio 2021 | Staff
image

Nelle sale nobili di Palazzo Cusani sarà inaugurata, il 28 maggio 2021, la mostra Tramestio a cura di Michael Camisa e Sophia Radici. I protagonisti sono tre art...

Leggi Tutto

Parigi è in piena rivoluzione

11 maggio 2021 | Staff
image

Parigi è in piena rivoluzione è la mostra storico-documentaria a 150 anni dalla Comune che presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna pre...

Leggi Tutto

Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità

10 maggio 2021 | Staff
image

Il Museo di Fotografia Contemporanea presenta la mostra collettiva Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità, a cura di Matteo Balduzzi, una riflessione ...

Leggi Tutto

Andrea Pazienza

10 maggio 2021 | Staff
image

Il genio creativo di Andrea Pazienza è in mostra a Palazzo Albergati di Bologna con oltre cento opere dagli archivi delle persone a lui più care, come la sorella, il fratello e la moglie...

Leggi Tutto

I love Lego

9 maggio 2021 | Staff
image

Apre al pubblico a Palazzo Albergati di Bologna I LOVE LEGO, la mostra per bambini e appassionati di tutte le età.
In un gioco di colori e prospett...

Leggi Tutto

The Blind Leading The Blind

7 maggio 2021 | Staff
image

La nuova mostra collettiva ospitata dalla sede della galleria Monitor di Pereto, intitolata "The Blind Leading The Blind", vede invitati otto artisti uomini, c...

Leggi Tutto

Più grande di me. Voci eroiche dalla ex Jugoslavia

6 maggio 2021 | Staff
image

Ci sono nove insoliti angeli che si affacciano dalla lunga vetrata del MAXXI e, sospesi sulla piazza, sembrano osservare dall'alto i visitatori del museo: sono ritratti...

Leggi Tutto

Alex Sojic. Unwind

4 maggio 2021 | Staff
image

MADE4ART presenta una personale della pittrice serba Alex Sojic a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni, allestita in concomitanza con la Giornata Internazionale dei Musei/International Museum Day...

Leggi Tutto

Mateusz Choróbski | Namsal Siedlecki

3 maggio 2021 | Staff
image

La Chiesa di San Giuseppe delle Scalze a Pontecorvo a Napoli ospita una mostra che coinvolge due tra le più significative presenze del panorama creativo contemporaneo, Mateusz Choróbski ...

Leggi Tutto

Richard Mosse. Displaced

3 maggio 2021 | Staff
image

Prima mostra antologica di Richard Mosse, Displaced, presentata da Fondazione MAST di Bologna, accoglie settantasette fotografie di grande formato, un grande video wall a sedici canali e tre ...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento