page loader

Marisa e Mario Merz. La punta della matita può eseguire un sorpasso di coscienzaFondazione Merz presenta un nuovo progetto espositivo su Mario e Marisa Merz

Image Carousel

A partire dalle riflessioni suscitate da questo anno di pandemia, la Fondazione Merz presenta un nuovo progetto espositivo incentrato sulle figure di Mario e Marisa Merz, per costruire una prima possibile risposta alla domanda sul ruolo, oggi, di una istituzione culturale quale la nostra. L'apertura prevista non appena i musei potranno riaccogliere il pubblico. Costruire presenza e rafforzare un'identità per immaginare una necessaria evoluzione coerente e infondere progettualità, sono queste alcune delle linee guida che hanno condotto la Fondazione Merz alla decisione di costruire un progetto espositivo che avesse un cuore intimo, familiare, domestico, ma al contempo la forza e la vitalità di una esplorazione inedita.

"Marisa e Mario Merz. La punta della matita può eseguire un sorpasso di coscienza" è un progetto espositivo inedito, a cura di Mariano Boggia, che presenta, nella particolare luce di questo tempo, il lavoro di Marisa e Mario Merz.
 
Per la prima volta negli spazi della Fondazione il lavoro di Marisa e Mario si incontra in un percorso unitario, quasi a ricreare la dimensione dialogica, lo scambio intenso e profondo sulle reciproche pratiche che sempre esercitarono, mantenendo punti di vista individuali.
Il titolo della mostra è una esplicita citazione di una frase di Mario Merz che riconduce al terreno comune della pratica artistica come punto di inizio per la prefigurazione di mondi sconosciuti.
 
"Presentare insieme le opere di Marisa e Mario Merz significa avere l'opportunità di cogliere due modalità espressive differenti, ma intimamente collegate e interagenti.  Marisa e Mario vivono e si mostrano sempre insieme, è impossibile separarli. Insieme lavorano negli spazi domestici della casa; insieme si muovono nel mondo esercitando ciascuno sull'altro, stimoli, incoraggiamento e protezione" - dice Mariano Boggia, curatore della mostra.
 
Il progetto espositivo vuole sottolineare come la qualità e l'energia impressa nelle opere dei due artisti sia la stessa, seppure di valenza diversa, e propone al visitatore l'opportunità di una riflessione anche sulla loro considerazione del tempo e dello spazio. Marisa e Mario si affiancano in una continuità di creazione artistica che modifica la natura stessa del tempo, un "tempo presente infinito" che li lega nella vita, nella condivisione, nella discussione e nella costruzione critica, lasciando però libera e unica la produzione artistica.
 
È il "tempo presente infinito" la dimensione in cui ogni giorno Marisa si dedica allo studio della struttura dei volti femminili con il disegno, la pittura, la scultura. Talvolta queste opere sono inserite in ambienti attraversati da trame di filo di rame, in un ponte temporale che unisce, attualizzandoli, esiti artistici di momenti lontani.
Ed è sempre il "tempo presente infinito" ad avvolgere anche l'attività di Mario che a ogni occasione ha reinventato il suo igloo attraverso l'uso di materiali sempre diversi, disegnando di volta in volta un paesaggio abitato da nuove specie di animali e vegetali, immagini di una natura reinventata e riclassificata.
 
Come il tempo anche lo spazio viene reinventato: la dimensione domestica non è diversa da quella museale: come nella loro casa-studio, nella Fondazione l'ambiente presenta una fitta trama di disegni, sculture, oggetti ed è segnato dal neon dei numeri di Fibonacci, in una vertigine che ripropone la domanda di Mario se lo spazio sia curvo o diritto.
 
Il visitatore sarà immerso in un dialogo continuo, alla scoperta di lavori anche inediti, nella prosecuzione del tempo presente infinito abitato da Marisa e Mario Merz.

Tags: fondazionemerz, mariomerz, marisamerz, arte, art, exhibitions, torino
Articoli Correlati

Il mio cuore è vuoto come uno specchio - Episodio di Istanbul

23 aprile 2021 | Staff
image

The Blank Contemporary Art (Bergamo) e Depo (Istanbul), in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura a Istanbul, presentano il nuovo intervento di Gian Maria Tosatti, Kalbim Ayna Gibi Boş ...

Leggi Tutto

AltreterRE

22 aprile 2021 | Staff
image

Scoprire l'Appennino reggiano attraverso l'arte contemporanea. Si terrà dal 17 luglio 2021 al 15 agosto 2021, nei Comuni di Ventasso, Castelnovo ne' Monti e Baiso, la prima edizione di "Altrete...

Leggi Tutto

Architettura - Spazialità - Artefatto

21 aprile 2021 | Staff
image

La Galleria Fumagalli presenta la prima mostra del ciclo "MY30YEARS - Coherency in Diversity", un programma ideato e curato dal critico ungherese di fama internazionale Lóránd H...

Leggi Tutto

Conversazione con Markus Gross

19 aprile 2021 | Staff
image

Markus Gross, professore e scienzato, è il nuovo protagonista della seconda conversazione di Sturm&Drang Studio, in diretta Leggi Tutto

Lucia Cantò. Ai terzi

18 aprile 2021 | Staff
image

Lo stare insieme aperti alla vita
Implica la fuoriuscita di un terzo
Solo

Parole estratte dagli scritti dell'artista Lucia Cantò (Pescara, 1995) ...

Leggi Tutto

Re:Humanism - Re:define the Boundaries

16 aprile 2021 | Staff
image

Re:Humanism - Re:define the Boundaries è la grande mostra collettiva, che inaugurerà il 5 maggio 2021, che indaga il rapporto fra Intelligenza Artificiale e arte contemporanea. ...

Leggi Tutto

Alexander Belyaev, un racconto attraverso il colore

14 aprile 2021 | Staff
image

Belyaev Art Gallery apre al pubblico in Via Montebello 30 a Milano inaugurando la propria attività espositiva con un progetto monografico dedicato all'artista russo Alexander Belyaev (Mosca, 19...

Leggi Tutto

Dancing30

13 aprile 2021 | Staff
image

Viasaterna è pronta a presentare, da lunedì 19 aprile 2021 a venerdì 16 luglio 2021 su appuntamento, la mostra Dancing30 di Kings, duo artistico costituito da Daniele Inn...

Leggi Tutto

Bruce Nauman Archive for the future

13 aprile 2021 | Staff
image

Palazzo Grassi - Punta della Dogana presenta, da mercoledì 14 aprile 2021 a domenica 27 giugno 2021, un ciclo di conversazioni online di approfondimento dei temi trattati dalla mostra dedicata ...

Leggi Tutto

#DantePOP

12 aprile 2021 | Staff
image

Il progetto itinerante #DantePOP, mostra personale dell'artista Sandra Rigali (Lucca, 1965), costruisce un ponte pop-letterario tra Lombardia e Toscana e una sinergia tra la cultura classica ...

Leggi Tutto
Scrivi il tuo commento