page loader

QHAPAQ ÑAN. La grande strada IncaMostra archeologica al Museo delle Culture di Milano

QHAPAQ ÑAN. La grande strada Inca

fino al 25 aprile 2021

da martedì a venerdì dalle 10 alle 19.30

Mudec - Museo delle Culture
, via Tortona, 56, Milano, MI, Lombardia, Italia

L'ingresso alla mostra è gratuito

|

Image Carousel

Mostra archeologica presentata al Museo delle Culture di Milano, Qhapaq Ñan. La grande strada inca presenta al pubblico il patrimonio inca appartenente alla collezione etnografica permanente del museo, facendo luce sui lavori di rilievo e scavo e sulle recenti scoperte compiute dai ricercatori del Mudec lungo il cammino inca del Nord-Ovest del territorio argentino. 
Con i suoi 30.000 chilometri di estensione dall'Ecuador fino all'Argentina, il Qhapaq Ñan o Strada Reale degli Inca è la più grande impresa ingegneristica del continente americano del periodo pre-conquista (XV-XVI sec.). Seguendo idealmente una carovana di lama i visitatori conosceranno l'ingegneria della grande strada ma anche il suo significato sociale e simbolico. Seguendo idealmente una carovana di lama i visitatori conosceranno l'ingegneria della grande strada, ma anche il suo significato sociale e simbolico. 
Sette sono le sezioni di cui si compone l'esposizione. La prima introduce brevemente il visitatore al mondo inca: l'epopea di queste genti inizia nel XIII secolo nella valle del Cusco, nel corso di due secoli gli Inca arrivarono a espandere la loro influenza in un'area di un milione di km quadrati popolata da su 10-12 milioni di abitanti grazie a un mix di aggressiva politica espansionistica e fine diplomazia. La seconda è un focus, sotto il profilo geografico, sulla diversità dell'ampio territorio andino, costituito da fasce ecologiche che dalla costa desertica raggiungono le Ande e la foresta di montagna alla grande selva amazzonica. La terza sezione, invece, è dedicata alle civiltà antiche antecedenti l'impero inca: culture complesse in grado di realizzare, già dal terzo millennio a.C., grandi agglomerati urbani. Le sezioni successive si basano sulla descrizione dei caminos de llanos (di pianura) e dei caminos de sierra, oltre a presentare strutture accessorie quali le stazioni di posta (i tambos e chasquiwasi) e i celebri ponti sospesi, indispensabili per superare le gole profonde che caratterizzano il paesaggio andino. Ampio spazio è dedicato, inoltre, al Qhapaq Ñan, collante di un enorme impero nel quale i collegamenti erano indispensabili per controllo della popolazione, per lo spostamento  degli eserciti e per la riscossione dei tributi, che ai tempi erano rappresentati sostanzialmente da turni di lavoro volontario. Ancora oggi utilizzata, la grande strada inca è tuttora un elemento prorompente nel paesaggio andino.
La settima e ultima sezione della mostra presenta una video installazione che restituisce la scoperta di un inedito tratto di cammino nel nord ovest dell'Argentina (Molinos, provincia di Salta) associato a numerosi siti, e in particolare a tre tambos e un chasquiwasi di epoca inca.
In mostra circa cinquanta reperti archeologici andini selezionati tra le collezioni preispaniche-amerindiane del Museo, oltre a un ricco apparato esplicativo composto di testi e mappe. 

[Immagine: Anfora (urpu) in stile imperiale
Perù, Dipartimento di Cuzco
Cultura Inca, secc. XV/ XVI
Terracotta (falso tornio), pittura
Museo delle Culture, Milano
[PAM 00023]

Tags: mudec, mudecmilano, museodelleculture, mostremilano, mostreinitalia, qhapaqnan, stradainca, inca, etnografia, stradareale, arte, art, exhibitions, milano
Altri Eventi

Cesare Tacchi. Una casa di foglie e fogli

20 gennaio 2022 | Staff
image

z2o project è lieta di presentare la mostra Cesare Tacchi. Una casa di foglie e fogli, a cura di Daniela Bigi in collaborazione con l’Archivio Ces...

Leggi Tutto

Mattia Bosco, Jannis Kounellis, Maria Elisabetta Novello. Concretezza dell'essenzialità.

14 gennaio 2022 | Staff
image

La Galleria Fumagalli presenta il quarto appuntamento del ciclo espositivo “MY30YEARS – Coherency in Diversity” pensato come momento di celebrazione d...

Leggi Tutto

Furio Cavallini ovvero il Crazy Horse di Bianciardi

14 gennaio 2022 | Staff
image

Il Polo Culturale le Clarisse ospita la mostra “Furio Cavallini ovvero il Crazy Horse di Bianciardi”.
Promossa dall’Associazione Culturale Giusep...

Leggi Tutto

Alberonero. Penso Pianura

11 gennaio 2022 | Staff
image

A inaugurare la programmazione espositiva 2022 è Alberonero, artista di origini lodigiane e curriculum internazionale, classe 1991. Alberonero prende possesso de...

Leggi Tutto

12 Apostoli

7 gennaio 2022 | Staff
image

La Takeawaygallery, in occasione dei 12 anni della Galleria, ha voluto invitare 12 artisti con cui collabora da anni ad esporre al Teatro Arciliuto. Coerente con il pro...

Leggi Tutto

Claudio Di Carlo. Detto Fatto.

5 gennaio 2022 | Staff
image

In continuità con I pasticcini li porto io, mostra tenutasi a Roma nel 2020, Claudio Di Carlo, ospite del nuovo spazio espositivo pescarese GArt Gallery...

Leggi Tutto

Levi e Ragghianti. Un'amicizia fra pittura, politica e letteratura

5 gennaio 2022 | Staff
image

La nuova mostra ideata e organizzata in occasione del quarantennale della Fondazione Centro Studi Ragghianti LEVI e RAGGHIANTI Un'amicizia fra pittura, politica e lette...

Leggi Tutto

Pentrarto | Quasi pittura

4 gennaio 2022 | Staff
image

MADE4ART di Milano è lieto di presentare Pentrarto | Quasi pittura, esposizione personale dell'artista, poeta, compositore e musicista Sergio Armaroli, ...

Leggi Tutto

Elisa Montessori. Piante e fiori (moralità boschiva)

4 gennaio 2022 | Staff
image

Conosce, riconosce somiglianze, abbondanze, legami, dettami correlati, celati, inizi intricati, indizi ingarbugliati, e nei recessi gli eccessi.
Wislawa S...

Leggi Tutto

Davide D'Elia. Fresco.

31 dicembre 2021 | Staff
image

RINVIATA ALLA PRIMAVERA 2022.
NOS Visual Arts Production presenta FRESCO, la prima mostra personale di Davide D’Elia a Bologna, presso il Museo Davia Bargell...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento