page loader

Mathilde Rosier. Le massacre du printemps

Mathilde Rosier. Le massacre du printemps

fino al 16 Novembre 2020

lunedì e da mercoledì a sabato dalle 10 alle 19.30; domenica dalle 10 alle 20. Chiusura: martedì

, Via Settembrini, 79, Napoli, NA, Campania, Italia

|

Image Carousel

Terra adorata, poi sfruttata. Da sempre l'uomo vive in connessione con l'ambiente, il suo destino è inevitabilmente vincolato a quello dell'intera natura. E' su questo intricato rapporto che si interroga Le massacre du printemps, la video-installazione di Mathilde Rosier, frutto della reinterpretazione de La sagra della primavera, balletto su musiche di Igor Stravinsky, realizzato nel 1913 da Vaslav Nijinsky per i Ballets Russes. Su tre differenti spazi, il porto di Napoli, le serre dell'area vesuviana e l'ex sito industriale della piana di Bagnoli, danzatori danno vita a coreografie aeree, trasformandosi da contadini in spighe di grano.

Tags: museomadre, madrenapoli, mostrenapoli, mostreinitalia, mathilderosier, lemassacreduprintemps, uomo, natura, videoinstallazione, contadini, spighedigrano, artecontemporanea, contemporaryart, arte, art, exhibitions, napoli
Altri Eventi

Raffaello in Villa Farnesina: Galatea e Psiche

22 novembre 2020 | Staff
image

L'esposizione, organizzata nell'ambito delle celebrazioni per il quinto centenario della morte di Raffaello, consente di osservare i risultati delle analisi sui materiali dell'affresco il Trionfo ...

Leggi Tutto

Marcello Dudovich (1878-1962) fotografia fra arte e passione

21 novembre 2020 | Staff
image

Il legame tra cartellonistica e fotografia è analizzato attraverso l'attività di illustratore e fotografo di Marcello Dudovich (Trieste, 1878 – Milano, 1962) lungo il percorso espo...

Leggi Tutto

Venezia e lo Studio Glass Americano

21 novembre 2020 | Staff
image

Opere innovative, al contempo tradizionali, tra sculture, vasi e installazioni in vetro, fanno luce sull'ampia varietà del design e dell'arte nel vetro americano contemporaneo: oltre centocinqu...

Leggi Tutto

FUTURO. Arte e società dagli anni Sessanta a domani

19 novembre 2020 | Staff
image

La mostra ha inizio con gli anni Sessanta e si protrae fino al presente, descrivendo il futuro così come è stato rappresentato e immaginato dagli artisti del passato fino alle attese, al...

Leggi Tutto

Black Album/White Cube. A Journey into Art and Music

19 novembre 2020 | Staff
image

Nascono dall'incrocio tra musica pop e arte le oltre duecento opere contemporanee presentate nella mostra Black Album/White Cube al Kunsthal Rotterdam. Sculture, dipinti, realizzazioni multim...

Leggi Tutto

Uninvited Guests. Episodes on Women, Ideology and the Visual Arts in Spain (1833-1931)

18 novembre 2020 | Staff
image

Il Museo del Prado presenta un'analisi sulla posizione delle donne nel sistema artistico spagnolo tramite alcune delle opere meno note della propria collezione d'arte del diciannovesimo secolo e dell'...

Leggi Tutto

Alexej Jawlensky e Marianne Werefkin. Compagni di vita

16 novembre 2020 | Staff
image

La mostra riunisce per la prima volta cento opere di Alexej Jawlensky (1864-1941) e di Marianne Werefkin (1860-1938), protagonisti del dibattito artistico internazionale nel primo Novecento, il cui co...

Leggi Tutto

Kakemono

15 novembre 2020 | Staff
image

Prezioso rotolo di carta o tessuto, calligrafato o dipinto, usato come decorazione in base alle stagioni dell'anno oppure appeso alle pareti nelle occasioni speciali, il kakemono assume un ru...

Leggi Tutto

I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916

15 novembre 2020 | Staff
image

Charles-Édouard Jeanneret-Gris, conosciuto con lo pseudonimo di Le Corbusier (1887-1965), conferì enorme importanza all'arte grafica. Ciò è testimoniato dai disegni eseguit...

Leggi Tutto

La pittura iperproteica

13 novembre 2020 | Staff
image

Offrono uno sguardo grottesco del nostro mondo le opere di Enrico Robusti (1957), protagonista della mostra La pittura iperproteica al Labirinto della Masone. Divisi nelle tre sezioni dedicat...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento