page loader

Marisa e Mario Merz. La punta della matita può eseguire un sorpasso di coscienzaFondazione Merz presenta un nuovo progetto espositivo su Mario e Marisa Merz

Marisa e Mario Merz. La punta della matita può eseguire un sorpasso di coscienza

dal 27 aprile 2021 al 31 dicembre 2021

Fondazione Merz
, via Limone, 24, Torino, TO, Piemonte, Italia

|

Image Carousel

A partire dalle riflessioni suscitate da questo anno di pandemia, la Fondazione Merz presenta un nuovo progetto espositivo incentrato sulle figure di Mario e Marisa Merz, per costruire una prima possibile risposta alla domanda sul ruolo, oggi, di una istituzione culturale quale la nostra. L'apertura prevista non appena i musei potranno riaccogliere il pubblico. Costruire presenza e rafforzare un'identità per immaginare una necessaria evoluzione coerente e infondere progettualità, sono queste alcune delle linee guida che hanno condotto la Fondazione Merz alla decisione di costruire un progetto espositivo che avesse un cuore intimo, familiare, domestico, ma al contempo la forza e la vitalità di una esplorazione inedita.

"Marisa e Mario Merz. La punta della matita può eseguire un sorpasso di coscienza" è un progetto espositivo inedito, a cura di Mariano Boggia, che presenta, nella particolare luce di questo tempo, il lavoro di Marisa e Mario Merz.
 
Per la prima volta negli spazi della Fondazione il lavoro di Marisa e Mario si incontra in un percorso unitario, quasi a ricreare la dimensione dialogica, lo scambio intenso e profondo sulle reciproche pratiche che sempre esercitarono, mantenendo punti di vista individuali.
Il titolo della mostra è una esplicita citazione di una frase di Mario Merz che riconduce al terreno comune della pratica artistica come punto di inizio per la prefigurazione di mondi sconosciuti.
 
"Presentare insieme le opere di Marisa e Mario Merz significa avere l'opportunità di cogliere due modalità espressive differenti, ma intimamente collegate e interagenti.  Marisa e Mario vivono e si mostrano sempre insieme, è impossibile separarli. Insieme lavorano negli spazi domestici della casa; insieme si muovono nel mondo esercitando ciascuno sull'altro, stimoli, incoraggiamento e protezione" - dice Mariano Boggia, curatore della mostra.
 
Il progetto espositivo vuole sottolineare come la qualità e l'energia impressa nelle opere dei due artisti sia la stessa, seppure di valenza diversa, e propone al visitatore l'opportunità di una riflessione anche sulla loro considerazione del tempo e dello spazio. Marisa e Mario si affiancano in una continuità di creazione artistica che modifica la natura stessa del tempo, un "tempo presente infinito" che li lega nella vita, nella condivisione, nella discussione e nella costruzione critica, lasciando però libera e unica la produzione artistica.
 
È il "tempo presente infinito" la dimensione in cui ogni giorno Marisa si dedica allo studio della struttura dei volti femminili con il disegno, la pittura, la scultura. Talvolta queste opere sono inserite in ambienti attraversati da trame di filo di rame, in un ponte temporale che unisce, attualizzandoli, esiti artistici di momenti lontani.
Ed è sempre il "tempo presente infinito" ad avvolgere anche l'attività di Mario che a ogni occasione ha reinventato il suo igloo attraverso l'uso di materiali sempre diversi, disegnando di volta in volta un paesaggio abitato da nuove specie di animali e vegetali, immagini di una natura reinventata e riclassificata.
 
Come il tempo anche lo spazio viene reinventato: la dimensione domestica non è diversa da quella museale: come nella loro casa-studio, nella Fondazione l'ambiente presenta una fitta trama di disegni, sculture, oggetti ed è segnato dal neon dei numeri di Fibonacci, in una vertigine che ripropone la domanda di Mario se lo spazio sia curvo o diritto.
 
Il visitatore sarà immerso in un dialogo continuo, alla scoperta di lavori anche inediti, nella prosecuzione del tempo presente infinito abitato da Marisa e Mario Merz.

Tags: fondazionemerz, mariomerz, marisamerz, arte, art, exhibitions, torino
Altri Eventi

Tramestio

12 maggio 2021 | Staff
image

Nelle sale nobili di Palazzo Cusani sarà inaugurata, il 28 maggio 2021, la mostra Tramestio a cura di Michael Camisa e Sophia Radici. I protagonisti sono tre art...

Leggi Tutto

Parigi è in piena rivoluzione

11 maggio 2021 | Staff
image

Parigi è in piena rivoluzione è la mostra storico-documentaria a 150 anni dalla Comune che presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna pre...

Leggi Tutto

Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità

10 maggio 2021 | Staff
image

Il Museo di Fotografia Contemporanea presenta la mostra collettiva Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità, a cura di Matteo Balduzzi, una riflessione ...

Leggi Tutto

Andrea Pazienza

10 maggio 2021 | Staff
image

Il genio creativo di Andrea Pazienza è in mostra a Palazzo Albergati di Bologna con oltre cento opere dagli archivi delle persone a lui più care, come la sorella, il fratello e la moglie...

Leggi Tutto

I love Lego

9 maggio 2021 | Staff
image

Apre al pubblico a Palazzo Albergati di Bologna I LOVE LEGO, la mostra per bambini e appassionati di tutte le età.
In un gioco di colori e prospett...

Leggi Tutto

The Blind Leading The Blind

7 maggio 2021 | Staff
image

La nuova mostra collettiva ospitata dalla sede della galleria Monitor di Pereto, intitolata "The Blind Leading The Blind", vede invitati otto artisti uomini, c...

Leggi Tutto

Più grande di me. Voci eroiche dalla ex Jugoslavia

6 maggio 2021 | Staff
image

Ci sono nove insoliti angeli che si affacciano dalla lunga vetrata del MAXXI e, sospesi sulla piazza, sembrano osservare dall'alto i visitatori del museo: sono ritratti...

Leggi Tutto

Alex Sojic. Unwind

4 maggio 2021 | Staff
image

MADE4ART presenta una personale della pittrice serba Alex Sojic a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni, allestita in concomitanza con la Giornata Internazionale dei Musei/International Museum Day...

Leggi Tutto

Mateusz Choróbski | Namsal Siedlecki

3 maggio 2021 | Staff
image

La Chiesa di San Giuseppe delle Scalze a Pontecorvo a Napoli ospita una mostra che coinvolge due tra le più significative presenze del panorama creativo contemporaneo, Mateusz Choróbski ...

Leggi Tutto

Richard Mosse. Displaced

3 maggio 2021 | Staff
image

Prima mostra antologica di Richard Mosse, Displaced, presentata da Fondazione MAST di Bologna, accoglie settantasette fotografie di grande formato, un grande video wall a sedici canali e tre ...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento