page loader

Antonio Barbieri. Organic architecturesOfficine Chigiotti presenta il progetto espositivo dell'artista Antonio Barbieri

Antonio Barbieri. Organic architectures

dal 19 giugno 2021 al 30 settembre 2021

Palazzo agli Arcieri
, viale Porciatti, Grosseto, GR, Toscana, Italia

|

Image Carousel

Officine Chigiotti - laboratorio per l'arte fondato da Giuseppe Chigiotti che dal 2017 produce ed espone opere​ ​di artisti contemporanei d'eccellenza​, andando oltre la tradizionale visione del collezionismo e del mecenatismo - presenta il progetto espositivo Organic architectures dell'artista Antonio Barbieri (Rho, 1985) dedicato agli spazi di Palazzo agli Arcieri a Grosseto, il nuovo edificio contemporaneo, tecnologico e ad alta sostenibilità energetica progettato dall'architetto Giuseppe Chigiotti.
 
La mostra, a cura di Davide Sarchioni, è concepita come dialogo tra le opere recenti di Barbieri e alcuni ambienti di Palazzo agli Arcieri per generare un percorso che vuole innescare una fitta rete di rimandi tra arte, natura e architettura. In mostra sono presenti differenti nuclei di lavori, tra sculture e installazioni per la maggior parte inedite e realizzate site-specific.
 
L'indagine di Barbieri è volta a rintracciare approcci sempre nuovi alle differenti problematiche legate al rapporto tra forma artificiale e forma naturale, nell'ambito della scultura e dell'architettura. Muovendo dallo studio delle forme naturali e dalla loro organizzazione, con particolare attenzione ai processi biologici di trasformazione - derivati dalle possibilità di resilienza e di adattamento di un organismo rispetto ai cambiamenti del proprio habitat - l'artista elabora riflessioni sull'origine della forma e il suo continuo divenire, volte a esplorare le possibilità di connessione tra il mondo organico e inorganico con la geometria e la matematica.
 
Nel lavoro di Barbieri gioca un ruolo cardine l'impiego di scanner sofisticati e stampanti 3D per cogliere ciò che normalmente non sta all'evidenza dell'occhio umano e trasporlo in nuove soluzioni formali. Unendo la tradizione del fare manuale con l'innovazione tecnologica, l'artista attinge a un ampio bagaglio di informazioni e di suggestioni per costruire sistemi plastici complessi e plausibili in cui elementi fitomorfici e geometrici, stilizzati e ornamentali, appartenenti a differenti ambiti, sono combinati e innestati tra loro per sperimentare un'ampia varietà di tipologie compositive ibride e visionarie che danno luogo a inaspettate relazioni estetiche e di senso.
Le Organic architectures (2020-21) sono un gruppo di coloratissimi oggetti scultorei dalle forme armoniose, assimilabili ai prototipi di architetture organiche, che sono stati progettati utilizzando programmi di modellazione digitale e realizzati in PLA attraverso una stampante 3D. In ogni scultura, dipinta a mano con olio e resina, diversi elementi formali si ripetono in maniera simmetrica o speculare assecondando formule generative e moltiplicatori che alludono a un processo di continua trasformazione. Nelle Chimere (2019) l'artista impiega, invece, fotogrammetrie di forme di vita differenti, come parti di animali, insetti e vegetali, coerentemente assemblate insieme per originare organismi ibridi che acquisiscono la funzione di machere misteriose, simili a preziosissimi reperti di una ipotetica archeologia futuribile, ma ispirate in realtà al fenomeno del mimetismo in natura. Così, nella maschera “blu” Acherontia atropos si ritrovano ali e antenne di falena; nella “rossa” Sepia pharaonis si individuano il becco, i tentacoli e gli occhi della seppia; la “gialla” Phalaenopsis amabilis si ispira alle infiorescenze delle orchidee.
 
Alle sculture organiche fanno da controcanto le grandi strutture geometriche in ferro ispirate alle diatomee, alghe unicellulari dalle forme primarie comparse circa 145 milioni di anni fa, che si articolano e prolificano nello spazio interno ed esterno dell'edificio seguendo la logica dei frattali, come architetture germinative che modificando lo spazio.
 
Oltre alle composizioni plastiche, la mostra propone anche una serie di disegni stampati su carta, derivati dalle scansioni di elementi fossili, che si riferiscono a forme di vita di un passato lontano trasferiti nell'era digitale, quale ulteriore e significativa immersione nel mondo visionario di Barbieri.
Nell'androne di Palazzo agli Arcieri è stata infine collocata in maniera permanente l'opera Lichene (2019), scultura in ferro appartenente al ciclo dei Coralli acquisita dall'architetto Chigiotti, ad accogliere lo spettatore e i futuri condomini.
 
Attraverso la sua inesauribile ricerca, Barbieri vuole rendere visibili le molteplici sfaccettature di una realtà in continuo mutamento, in cui l'unione tra natura e tecnologia può indicare inaspettate possibilità di sopravvivenza per la vita sulla Terra.

Risorse: info su Officine Chigiotti qui.

[Immagine: Antonio Barbieri, Palynomorphs series, 2021, 3D scan manipulation of pollen, pen drawing plotter, paper 200 gr. 30 x 42 cm, courtesy of Antonio Barbieri. Ph Dimitri Angelini]

Tags: palazzoagliarcieri, officinechigiotti, mostregrosseto, mostreinitalia, antoniobarbieri, organicarchitectures, arte, art, exhibitions, grosseto
Altri Eventi

Transiti. Tracce d'arte sul territorio

30 luglio 2021 | Staff
image

Valorizzare il territorio come risorsa per i suoi abitanti e le future generazioni. Dal 19 settembre al 28 novembre 2021, in cinque luoghi di interesse storico-artistic...

Leggi Tutto

Loredana Galante. La Rivoluzione Gentile

29 luglio 2021 | Staff
image

La Rivoluzione Gentile di Loredana Galante, vincitrice del Premio Speciale Dino Zoli Textile ad Arteam Cup 2019, giungerà dal 18 settembre 2021 al 15 ge...

Leggi Tutto

Vincenzo D'Argenio. Deflagrazione artist's cut

28 luglio 2021 | Staff
image

Museo Spazio Pubblico presenta DEFLAGRAZIONE artist's cut, mostra personale di Vincenzo D'Argenio. Si tratta della seconda tappa di un progetto allestito per la prima v...

Leggi Tutto

Omar Galliani. Il disegno non ha tempo

28 luglio 2021 | Staff
image

Il Museo MARCA di Catanzaro ospita la grande personale di Omar Galliani Il disegno non ha tempo, a cura di Vera Agosti, dal 9 ottobre al 31 dicembre 2021. La f...

Leggi Tutto

Cheerfully optimistic about the future

27 luglio 2021 | Staff
image

Fondazione ICA Milano presenta la mostra Cheerfully Optimistic About the Future, prima personale in Italia di Michael Anastassiades (Cipro, 1967).
La pratica di An...

Leggi Tutto

Sistema - Dematerializzazione - Testo

27 luglio 2021 | Staff
image

Galleria Fumagalli presenta Sistema – Dematerializzazione – Testo che presenta congiuntamente le opere di Enrico Castellani, Maurizio Nannucci e Pe...

Leggi Tutto

Michelangelo Galliani. Nebula

26 luglio 2021 | Staff
image

Nelle sale settecentesche del Palazzo del Medico di Carrara, ricche di stucchi, affreschi e decorazioni marmoree, sarà ospitata fino al 15 settembre 2021, "Nebul...

Leggi Tutto

Summer in Brera

22 luglio 2021 | Staff
image

MADE4ART presenta un'esposizione di opere pittoriche degli artisti Giusella Brenno e Carlo Ferreri a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo. 
In un armonico dialogo, i due pittori indaga...

Leggi Tutto

Gioielleria, Orologeria, Fashion Vintage e la seconda edizione di Monaco Sculptures

15 luglio 2021 | Staff
image

Come di consueto, anche quest'estate, Artcurial prende casa in Costa Azzurra nell'eleganza senza tempo di Montecarlo, presso l'Hotel Hermitage.
Dal 17 al 22 luglio...

Leggi Tutto

Vacanze Romane

7 luglio 2021 | Staff
image

Mercoledì 14 luglio 2021 verrà inaugurata in via dei Banchi Nuovi 22 la mostra Vacanze romane, personale di Michelle Gagliano, artista statuniten...

Leggi Tutto
Vedi Tutti gli Eventi
Scrivi il tuo commento